giovedì 13 luglio 2017

POIS. PUNTO E BASTA


Moda / Punto e basta

Christian Dior diceva che i pois sono adatti a tutte le donne: i grandi alle alte , i piccoli alle minute e i chiari su fondo scuro alle taglie over. A rilanciare il pois , in questa stagione, è stata Alexa Chung al ballo annuale del Metropolitan Museum, con un abito di Diane Von Fùrstenberg con scollo a tuffo. I pois erano amati nell'800; Monet e Seurat, dipingevano donne dalla mise con i pallini e nel tempo hanno avuto grandi estimatori; a partire da Walt Disney che li scelse per vestire Minnie. Solo dopo si sono aggiunti Christian Dior e Valentino. Per lo stilista italiano le donne che scelgono i pois, esprimono leggerezza, senso dell'umorismo e un temperamento gaio. Ma lo stilista che ama in assoluto il pois è Marc Jacobs: non solo ha trasformato i famosi pallini nel suo marchio di fabbrica disseminandoli su abiti e accessori, e anche sui flaconi dei suoi profumi da Dot a Honey, ma è andato oltre. Ai tempi in cui era direttore artistico di Louis Vuitton coinvolse l'artista giapponese Yayoi Kusuma nella realizzazione nel 2012 di una collezione speciale a pois sulle famose borse. http://scrivisullapaginadeituoisogni.blogspot.it/2017/04/moda-yayoi-kusama-vista-dallo-stilista.html 

Anche per la primavera estate 2017, non esiste occasione in cui i pois siano fuori luogo. Moschino li inserisce nello chemisier, Louis Vuitton nell'abito di jersey di seta, Laura Biagiotti nel trench in cotone, Saint Laurent nell'abito di chiffon e lamè e Luisa Spagnoli li presenta in versione blusa e pizzo da accompagnare con pantaloni stretch. 

Massimiliano, credits vogue



Nessun commento:

Posta un commento